Natale si avvicina… strategie web last minute!

Posted on 25 Nov 2013

Dopo un anno di sofferenza economica ci attendavamo un grosso rallentamento delle spese per il Natale in Italia ed effettivamente secondo la “Xmas Survey” pubblicata da Deloitte, il budget medio 2013 sarà di 477 euro a famiglia (-2,4% rispetto al 2012), ma rimaniamo comunque sopra il livello di spesa media europeo (pari a 450 euro) che quest’anno segna un leggero aumento (+0,8%).
Ma è evidente che non siamo disposti del tutto a rinunciare a Santa Claus e

Se il Natale si avvicina i web marketer raddoppiano sudore e fatiche per aumentare tassi di conversione e guadagni delle aziende.

In realtà dovremmo già essere tutti all’opera da tempo!
I dati degli ultimi anni ci dimostrano che gli acquisti natalizi cominciano sempre più presto e dunque è fondamentale che i retailer raggiungano i consumatori nelle fasi precoci dello shopping, anche attraverso le nostre strategie web.
Ritardatari non temete, avete ancora un piccolo varco di tempo a disposizione ma dovete affrettarvi!
Il picco di conversioni si avrà tra il 10 e il 16 dicembre e tra pochi giorni ci troveremo nel cuore dello shopping natalizio, che negli Stati Uniti inizia con i due giorni fondamentali per l’indicatore dei consumi del mercato americano ovvero il Black Friday (il venerdì successivo al Giorno del Ringraziamento) che dà il via ufficiale allo shopping natalizio in store, e il Cyber Monday (il lunedì successivo) che apre lo shopping natalizio online.
In questi due giorni i consumatori vengono bombardati da sconti e promozioni al fine di incentivare gli acquisti natalizi.
Da notare però che anche questi tradizionali appuntamenti si stanno adeguando al mercato digital: nello scorso Black Friday si è registato un calo degli acquisti in store (-2%) a favore proprio dell’online (+26%) e gli stessi mega store stanno imparando a spalmare le offerte nei giorni precedenti il Cyber Monday per gestire al meglio e in maniera più veloce ordini e vendite, garantendo al cliente maggiore soddisfazione. Chi acquista online lontano da questa settimana è infatti sicuro di ricevere la merce nei tempi e ha a disposizione una più ampia gamma di scelta.

L’aumento degli acquisti in linea a scapito di quelli offline è un dato ormai ovvio, ma lo shopping online e mobile non deve necessariamente sostituire quello in negozio: la metà dei consumatori parte dal web per la ricerca o per confrontare prezzi e prodotti per poi dirigersi in negozio e acquistare (vedi l’incredibile aumento dell’uso degli smartphone in store!)
In questa prospettiva, Forrester stima che entro il 2017 più del 50 % delle vendite annuali al dettaglio sarà influenzato dalla rete.

Ciò significa che avere una strategia digital è fondamentale per aumentare le vendite natalizie online ma altrettanto per quelle offline

Non solo negli Stati Uniti ma anche in Italia, dove la scelta dei regali si distribuisce in un arco temporale più ampio e dove gli acquirenti dell’ultimo minuto sono ancora piuttosto numerosi.
Queste settimane sono perciò decisive per mettere in opera le nostre strategie last minute e incrementare contatti e vendite per le aziende che seguiamo!

A chi indirizzare le nostre strategie?
A tutta quella larga fascia di indecisi che nei prossimi giorni consulterà il web per trovare nuove idee regalo, avere più informazioni sui prodotti e su dove poterli acquistare, conoscere e confrontare i prezzi, scovare offerte e promozioni con cui risparmiare.

Come catturarli?
Prima di tutto con una veloce e mirata campagna adv che allarghi i termini di categoria e tenga in considerazione tutti i dati provenienti dal remarketing.
Pensaci… perché farti divorare una grossa fetta di guadagno per apparire 4-5 giorni su Groupon quando con un’attenta campagna adv puoi dar maggior valore alle tue promozioni?

Per 4 persone su 5 internet è ormai la principale risorsa informativa per lo shopping natalizio mentre campagne televisive e cataloghi cartacei hanno perso decisamente potere. In 6 su 10 prestano attenzione alle pubblicità online durante le loro ricerche e 1 su 3 ai video promozionali.
Tentiamone conto e rendiamo più accattivante la nostra campagna pubblicitaria per esempio con dei video. Per quest’anno forse siamo in ritardo ma poniamo attenzione a quello che accade sul web in questo periodo: l’anno prossimo arriveremo più preparati!

Tenete presente che il sito web del vostro marchio dev’essere perfettamente navigabile da mobile anche nei giorni dello shopping in store, che in Italia si concentra proprio nei giorni a ridosso del Natale.

Consigli last minute per la tua impresa
Alcuni spunti rapidi e concreti per chi è realmente in ritardo

  • Date una veste grafica natalizia ai vostri social
  • Inviate una newsletter o degli auguri virtuali diversi dal solito,
    ottimizzati anche per smartphone e che si distinguano dalle tristi cartoline “Merry Christmas” con abeti bianchi e renne.
    (Prendete un po’ di spunti dal web o utilizzate mailchimp.com)
    E soprattutto arricchiteli!
    Ad esempio potreste inserirvi un codice promozionale che vi aiuti ad aumentare i tassi di conversione per il vostro sito.
  • E a proposito di promozioni…
    Prendendo di nuovo esempio dagli Stati Uniti, teniamo a mente che ciò che funziona adesso, in queste settimane decisive, sono proprio le offerte!
    Qualcosa di concreto? Tra gli americani lo scorso anno la query “spedizione gratuita” ha avuto un boom di ricerche nel periodo natalizio, con un picco proprio nel Cyber Monday, e 1 intervistato su 5 ha dichiarato che quest’anno le spedizioni gratuite saranno decisive per gli acquisti.
    Proprio per il fattore “crisi economica” in questi giorni anche i consumatori italiani sono sulle tracce di sconti e offerte per risparmiare: il 64% ha dichiarato di voler visitare negozi alla ricerca di prodotti in promozione e il 62% ammette che comprerà regali meno costosi rispetto allo scorso anno.
    Regalate qualcosa ai nuovi clienti o fidelizzate la spesa!
    Oltre alle spese di spedizione, potreste fornire un coupon di sconto o un codice promozionale per i prossimi acquisti oppure regalare un gadget tematico (fate leva sui bambini: in Italia Google registra 30 milioni di ricerche mensili sui giocattoli, che raddoppiano nel periodo natalizio, e quest’anno gli italiani spenderanno 750 milioni di euro in giocattoli!)

 

Laura

Fonti:
http://www.google.com/think/articles/how-holiday-shoppers-search.html
http://www.google.com/think/research-studies/2013-holiday-shopper-intentions.html
http://www.google.com/think/articles/2013-holiday-shopper-intentions.html
http://www.google.com/think/articles/3-strategies-to-prepare-for-the-holidays.html
http://www.finanza.com/
http://www.economiaweb.it/natale-spese-per-i-regali-giu-a-477-euro/
http://www.tafter.it/2012/11/23/black-friday-e-cyber-monday-al-via-lo-shopping-natalizio/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *