Le Applicazioni Vere sono quelle che Fanno Fare Qualcosa all’Utente

Posted on 13 Gen 2012

Affrontiamo un argomento spinoso partendo da una domanda spesso ignorata. Che cosa è un’applicazione mobile?

Cercando in Google “definizione applicazione mobile” il Motore di Ricerca non ci da una mano perché non presenta risultati con un contenuto esaustivo e davvero pertinente.

Anche provando con altre keywords la situazione non migliora e lo stesso Wikipedia la prende alla larga, partendo giustamente dal concetto informatico del termine “applicazione”, senza però aiutarci a comprendere cosa sia e che caratteristiche debba avere una app mobile, fruibile quindi da smartphone e tablet.

Alla fine chiediamo a Yahoo che ci dice che una applicazione è “un programma progettato per consentirti di interagire con le informazioni, gli strumenti o i giochi che selezioni in base ai tuoi interessi personali”.

Ok, fuoco! La parolina che qui attira l’attenzione è indubbiamente “interagire”. Ovviamente vi sono innumerevoli diverse tipologie di applicazioni ed è molto complesso di conseguenza trovare una definizione omnicomprensiva.

L’interazione è la chiave, da non confondere certamente con quella di “primo livello” fornita dallo stesso dispositivo che utilizziamo

Banalmente il pdf sfogliabile di un giornale è consultabile in modo interattivo, ma questa esperienza è fornita dal dispositivo stesso attraverso il display touch.

Ben diversa è un’interazione software interna all’applicazione, un’interazione reale, con un percorso e l’ottenimento di un qualche tipo di risultato. L’utente deve essere coinvolto e deve riuscire a “fare qualcosa” come ad esempio vincere, trovare quello che gli interessa, acquistare, dire la propria opinione, imparare, rielaborare.

Possiamo quindi affermare che un’applicazione mobile efficace è quella che trasforma un dispositivo come uno smartphone o un tablet in “qualcosa di altro”

Attualmente il mercato delle apps è decisamente in saturazione e vi sono svariate applicazioni che svolgono la stessa identica funzione, alcune meglio altre peggio. A sopravvivere sono solo le migliori e quelle realmente utili. Pensate soltanto a quante apps avete scaricato sui vostri dispositivi e a quante e quali utilizzate abitualmente, scommettiamo che non superano mediamente le 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *